top of page
  • Immagine del redattoreGiorgia Russo

"Valentine's day mascara", non bisogna mai amare chi fa male

Durante la giornata di San Valentino, che ricorre ogni anno il 14 Febbraio, è apparso su un edificio a Margate, nel Kent, una regione del Regno Unito, un murale realizzato da un artista inglese la cui vera identità è ancora ignota, ma che è solito firmarsi sotto il nome di "Bansky". L'opera si chiama "Valentine's day mascara" e raffigura una casalinga con abiti tipici degli anni '50. La protagonista del murales indossa un paio di guanti di gomma gialli, probabilmente per lavare i piatti, ed un grembiule, ma il dettaglio che fa venire la pelle d'oca è che, se ci si ferma a guardare più attentamente l'immagine, si nota che la signora ha un occhio nero e le manca un dente a causa delle percosse ricevute dal marito. La donna, stanca di subire soprusi, si ribella e getta il marito nel congelatore utilizzato come cassonetto. Questo gesto simbolico fa comprendere il suo desiderio di libertà troppo a lungo bloccato dalla violenza del marito.

L'autore ha subito condiviso questo murales sulla propria pagina Instagram seguita da ben 11 milioni di persone dimostrando ancora una volta, come nel caso delle sue opere apparse in Ucraina qualche mese fa, il suo impegno sociale e culturale. Ciò che questo dipinto vuole trasmetterci è chiaramente un messaggio contro la violenza sulle donne. Il murales sottolinea come le donne vissute negli anni cinquanta avessero molta meno libertà di quella che ha una donna dei giorni d'oggi, basti pensare al fatto che il "delitto d'onore" è stato abolito solamente nel 1981. Anche la data in cui l'autore ha scelto di condividere questo murale non è casuale: la festa dell'amore, perché noi dobbiamo sempre ricordare quale è il confine tra amore ed ossessione e cercare di riconoscere quando la persona che ci sta accanto lo supera. In ogni caso non bisogna mai aver paura di chiedere aiuto ad un familiare, ad un amico oppure semplicemente chiamare il numero contro la violenza e lo stalking, il 1522, ricordando sempre che occhio per occhio rende il mondo cieco. Nessuno può farsi giustizia da solo.

17 visualizzazioni

Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Instagram
  • Youtube
600px-Telegram_logo.svg.png
webjournal qrcode.jpg
bottom of page