top of page
  • muoioluciano12

Tesfalidet Tesfom: Una Voce Poetica del Mediterraneo

In un'epoca in cui le onde del Mediterraneo sono state testimoni di viaggi disperati e di speranze infrante, la poesia emerge come un faro di umanità...

Tesfalidet Tesfom, un migrante scomparso nel 2018, è diventato un simbolo di questa espressione poetica che attraversa e abbatte i confini, grazie al riconoscimento da parte della Treccani, l'enciclopedia italiana che lo ha inserito tra i grandi poeti del Mediterraneo.

La storia di Tesfom è quella di un viaggio, non solo attraverso il mare ma anche attraverso le parole. Le sue poesie, trovate accuratamente ripiegate nel suo portafoglio dopo il suo sbarco a Pozzallo, sono diventate un testamento della sua esperienza e della sua visione del mondo. "Non ti allarmare fratello mio" e "Tempo sei maestro" parlano di dolore, speranza, fratellanza e destino, temi che risuonano con chiunque abbia sognato di un futuro migliore.

La decisione della Treccani di includere Tesfom tra i poeti del Mediterraneo non è solo un omaggio alla sua arte, ma anche un riconoscimento dell'importanza della diversità culturale e della ricchezza che essa apporta al patrimonio letterario. Questo gesto simbolico apre un dialogo su come la cultura e l'arte possano essere strumenti di integrazione e comprensione in un mondo sempre più globalizzato.

Il Mediterraneo, culla di antiche civiltà e di varie culture, oggi è spesso associato alle crisi migratorie. Tuttavia, la poesia di Tesfom ci ricorda che questo mare è anche un luogo di incontro e scambio, dove le storie di ognuno si intrecciano per formare un unica grande storia comune di umanità.

Per commemorare il sesto anniversario della sua morte, inoltre, la comunità di Pozzallo ha organizzato una serie di eventi, tra cui letture delle sue poesie, mostre fotografiche che documentano il viaggio dei migranti e dibattiti pubblici sull'importanza dell'arte e della cultura nell'esperienza migratoria. Questi eventi hanno visto la partecipazione di scrittori, artisti, accademici e membri della comunità locale, tutti uniti nel ricordo di Tesfom e nella celebrazione della sua eredità poetica.

La storia di Tesfalidet Tesfom ci ricorda che la poesia può essere un faro di speranza e un ponte tra mondi diversi, illuminando le sfide e le aspirazioni di coloro che si trovano in viaggio, non solo fisico, ma anche spirituale, verso un futuro migliore.

La sua voce, ora immortalata nelle pagine della Treccani, continuerà a ispirare e a toccare i cuori di molti, dimostrando che la poesia non conosce confini e che la bellezza dell'espressione umana può emergere anche nelle circostanze più difficili.

2 visualizzazioni

Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Instagram
  • Youtube
600px-Telegram_logo.svg.png
webjournal qrcode.jpg
bottom of page