top of page
  • Immagine del redattoreAgata Fiorillo

Giulia Rossomando: il sogno di una campionessa

Aggiornamento: 26 mag 2023

di Agata Fiorillo, Viola Greco, Roberta Mariano e Ludovica Mecca


Il 19 maggio gli alunni della ID del Liceo Francesco De Sanctis hanno intervistato la campionessa di pallamano, nonché alunna della 5CS Giulia Rossomando. Giulia ha parlato della pallamano e di come riesce a bilanciare gli impegni fra la scuola e lo sport, problematica molto frequente per chi inizia il liceo. E' riuscita ad interessare notevolmente gli ascoltatori, i quali, curiosi e affascinati, le hanno posto numerose domande in merito a tale disciplina.

Ha spiegato l'importanza di avere una squadra e una famiglia che spronano a fare sempre meglio, riuscendo a superare tutti gli ostacoli incontrati durante il suo percorso. E' molto importante anche non mollare mai e credere sempre nei propri sogni, perché è grazie a questo che riusciamo in ciò che amiamo.


La pallamano è uno sport inventato in Germania nel 1915. Le origini risalgano all’antica Roma, infatti esisteva un gioco simile alla pallamano, con il nome di Harpastum, usato come addestramento alla guerra. Questo gioco fu poi assimilato dai guerrieri germani, trasformandosi in un gioco ludico.

La pallamano, un misto tra la pallacanestro e il calcio, è uno sport di squadra dove scendono in campo sette atleti, uno in porta e sei in movimento, la panchina può occupare il numero massimo di nove riserve. L’obbiettivo è realizzare il maggior numero di gol con il pallone che si lancia nella porta avversaria usando le mani. La gara è divisa in due tempi, che durano 30 minuti ciascuno. Giulia pratica la pallamano fin da quando aveva 8 anni. Ha deciso di intraprendere questo percorso perché nelle scuole c’era un progetto che invitava i bambini a iniziare a praticare questo sport. Così ha conosciuto la sua prima allenatrice. In quest’ultimo anno, però, Giulia dice che molte cose sono cambiate grazie al nuovo allenatore, il quale ha creduto molto in lei decidendo di farla giocare come titolare. Il 16 maggio 2023, Giulia, insieme alla sua squadra, la PDO Salerno, ha vinto lo scudetto nella Serie A1, diventando così campionessa d’Italia. Molte persone in passato hanno cercato di “ostacolare” il suo percorso, i suoi sogni, però Giulia, da brava sognatrice, non le ha ascoltate ed è andata avanti raggiungendo il suo obiettivo. Ora è orgogliosa dei suoi successi tanto che, se potesse parlare con la piccola Giulia, le direbbe di coltivare il suo sogno e non smettere mai di credere in se stessa.

"L' importante è spingersi sempre oltre i propri limiti, perché i nostri primi sostenitori dobbiamo essere noi stessi".

8 visualizzazioni

Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Instagram
  • Youtube
600px-Telegram_logo.svg.png
webjournal qrcode.jpg
bottom of page