top of page
  • Beatrice Nasta

Flash mob alla sapienza di Roma contro la violenza sulle donne

All'università di Roma, "La Sapienza", una ragazza durante la lezione si è alzata in piedi con un cartellone sul quale era presente una scritta:

La studentessa ha interrotto la lezione per prendere parte all'iniziativa di flash mob contro la violenza di genere. Alla domanda del professore circa il motivo del suo gesto, la giovane ha letto un discorso molto toccante sul tema. Scritto per non far passare inosservate le vicende che diverse ragazze nelle ultime settimane hanno denunciato: le continue violenze e molestie che stanno subendo all'interno dell'università. Nel discorso vengono poi evidenziate anche altre problematiche che aumentano il rischio per le donne del Campus come le strade non illuminate attorno ad esso che, al termine delle ultime lezioni, specialmente nelle ore serali, sono un ulteriore elemento che contribuisce a non far sentire al sicure le studentesse. Inoltre, ha posto in luce la poca formazione dei professori riguardo tematiche sessuo-affettive.

Proprio per questo, il 12 marzo al dipartimento di Giurisprudenza dell'università romana, le studentesse di "Sinistra Universitaria Sapienza" presenteranno pubblicamente numeri e proposte per: "un ateneo sicuro e transfemminista". Le ragazze, però, non si sono limitate a questo, acclamando a gran voce che "Il Centro antiviolenza universitario non basta". E' per questo che hanno richiesto l'apertura di un altro Centro antiviolenza all'interno del Policlinico, e non solo più all'esterno della città universitaria come quello già esistente, al fine di coprire meglio le necessità di una popolazione scolastica che conta ben 300.000 studenti!



0 visualizzazioni

Comentarios


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Instagram
  • Youtube
600px-Telegram_logo.svg.png
webjournal qrcode.jpg
bottom of page